Aeroporto di Olbia Costa Smeralda  |  Karasardegna - Prodotti Tipici
 
  News: 
TUTTE LE NEWS DI CIAOSARDINIA - RIVIVI TUTTI GLI EVENTI IN SARDEGNA DAL 2005 A OGGI!        Doggie Beach       
 
Home
Hotel  Voli Auto Vacanze Escursioni Traghetti  Prodotti Tipici
Offerte speciali»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Cosa fare»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Eventi e tradizioni»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Mangiare e Divertirsi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Dove dormire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Come muoversi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
L'Isola da scoprire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Informazioni di viaggio»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Contatti utili»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Photogallery»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Sardegna
 
Est - EastNord Est - North EastNord Ovest - North WestOvest - WestSud Est - South EastSud Ovest - South West
Area riservata Stampa
REGGIA NURAGICA - NURAGHE SU NURAXI DI BARUMINI  
REGGIA NURAGICA - NURAGHE SU NURAXI DI BARUMINI
Barumini

CA [Cagliari]


clicca per vedere la foto
 
POSIZIONE: Centro-Sud Sardegna

Servizi:
- Ristorante
- Hotel
- Agriturismo
- Bar

Ideale per:
- Famiglie, anche con bambini
- Chi ama l'archeologia
- Chi ama la cultura

Il popolo delle torri ha invaso la Sardegna! Lo ha fatto con i suoi Nuraghi, disseminati in tutto il territorio dell'isola. Non c’è angolo di costa o dell’entroterra che non abbia testimonianza della presenza del popolo nuragico. Una civiltà misteriosa, che a Barumini ha lasciato uno dei più grandiosi esempi di architettura del passato.
Fino alla prima metà del ‘900, tra i paesi Barumini e Tuili (ai piedi della Giara di Gesturi), c’era una curiosa collina. Non era tanto la sua forma a sorprendere, ma la presenza di una finestrella. Per anni si rincorsero i miti e le leggende, spesso nate per evitare che i bambini si avvicinassero troppo a quel luogo misterioso.
Un giovane archeologo di Barumini di nome Giovanni Lilliu, chiese così di fare degli scavi, per scoprire cosa ci fosse nascosto sotto quella collinetta e soprattutto sotto quella finestrella. I lavori iniziarono nel 1951 e lo stesso Lilliu non poteva aspettarsi di trovare un tesoro così incredibile.
Sotto 30 metri di terra era nascosto Su Nuraxi (il nuraghe), un colosso di pietra, testimonianza formidabile della civiltà nuragica.
La reggia di Barumini domina tutta la pianura circostante ed è formata da un immenso nuraghe quadrilobato, che ha nella torre centrale la sua struttura più antica. Originariamente era alta quasi 20 metri ed era divisa in tre piani. La torre risalirebbe al 1478 a.C. (età del bronzo) e doveva avere un aspetto a dir poco imponente.
Risalirebbero invece intorno al XIII secolo a.C. le quattro torri che circondano quella centrale. Tra le due strutture, i nuragici avevano ricavato un cortile interno, che collegava la torre centrale con le quattro torri (ogni torre è sistemata secondo i 4 punti cardinali). All’interno del cortile venne scavato un pozzo di 20 metri che tutt’oggi contiene acqua potabile, a conferma di come la civiltà nuragica avesse formidabili conoscenze architettoniche.
Tutta la struttura (il mastio centrale più il bastione quadrilobato), fu circondata da un muro di cinta spesso 3 metri, probabilmente intorno al XI secolo a.C., sia per rinforzare, che per difendere meglio la reggia. Da quel momento, l’accesso alla fortezza divenne ancora più difficile per ogni invasore: una piccola apertura posta a 7 metri di altezza rimase l’unica entrata possibile. Negli anni successivi, furono costruite altre 7 torri attorno alla reggia, rendendo la sua struttura ancora più imponente.
Intorno alla reggia c’è un incredibile susseguirsi di capanne nuragiche, con vicoli strettissimi e con una struttura urbanistica evoluta. Gli scavi hanno dimostrato come il villaggio continuò a svilupparsi nei secoli. In piena età del ferro (VIII secolo a.C.) la “capanna del consiglio” (una struttura con sedile circolare e nicchie alle pareti) doveva essere il fulcro dell’attività del villaggio. La reggia nuragica di Barumini era una fortezza talmente grandiosa, che tutte le popolazioni che dominarono questo territorio, la scelsero come baluardo. Ma sono proprio i 30 metri di terra che lo seppellivano ad aver aggiunto ancora più mistero al suo destino. Per il giornalista Sergio Frau, autore del libro “Le Colonne d’Ercole. Un’inchesta”, Su Nuraxi potrebbe essere stato travolto da una gigantesca onda che, dal golfo di Cagliari, si sarebbe spinta per tutto il Campidano (la regione a sud di Barumini), per inghiottire la stessa reggia nuragica. Un evento catastrofico che spiegherebbe il motivo per cui molti nuraghi della zona siano parzialmente distrutti e tutti proprio nella parte orientata verso il Golfo di Cagliari. L’affascinante teoria di Sergio Frau, si spinge fino ad identificare la Sardegna con l’antica isola di Atlante (col tempo diventata famosa col nome mitico di Atlantide) ed ha creato un grande dibattito nel mondo accademico. Lo stesso Lilliu (che definì Su Nuraxi, in tempi non sospetti, “gigante abbattuto”) ha confessato di credere che le tesi del giornalista di Repubblica abbiano solide basi. Il lavoro di Sergio Frau ha portato alla creazione di una mostra itinerante (Atlantikà), che è stata ospitata anche nella sede dell’UNESCO (a Parigi) e all’Accademia dei Lincei (a Roma).
Proprio l’UNESCO (L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura), nel 1997, ha riconosciuto Su Nuraxi come Patrimonio mondiale dell’umanità.

COME ARRIVARE
 
Servizi offertiVisualizza la legenda
 
ParcheggioEscursioni
 
 

Sardegna:
In hotel  |  In residence  |  In villaggio turistico  |  In casa vacanze  |  In campeggio  |  In agriturismo  |  In bed and breakfast  |  Voli

Vacanze Sardegna
 

Powered by Thaos - ToBeABee
Mappa del sito  |  Contattaci  |  Cookies

© 2003-2012 Geasar S.p.A.
P.IVA IT 01222000901
All rights reserved