Aeroporto di Olbia Costa Smeralda  |  Karasardegna - Prodotti Tipici
 
  News: 
Navetta turistica dal centro di Arzachena ai siti archeologici        TUTTE LE NEWS DI CIAOSARDINIA - RIVIVI TUTTI GLI EVENTI IN SARDEGNA DAL 2005 A OGGI!        Doggie Beach       
 
Home
Hotel  Voli Auto Vacanze Escursioni Traghetti  Prodotti Tipici
Offerte speciali»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Cosa fare»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Eventi e tradizioni»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Mangiare e Divertirsi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Dove dormire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Come muoversi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
L'Isola da scoprire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Informazioni di viaggio»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Contatti utili»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Photogallery»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Sardegna
 
Est - EastNord Est - North EastNord Ovest - North WestOvest - WestSud Est - South EastSud Ovest - South West
Area riservata Stampa
IL TRENINO VERDE
  Il Trenino Verde
 
Il trenino verdeCon il nome "Trenino verde" ci si riferisce al servizio turistico delle Ferrovie dello Stato. Si tratta di un treno che per mezzo di una ferrovia a scartamento ridotto passa attraverso un territorio ricco di vegetazione. I numerosi operatori inglesi che ogni anno programmano i loro viaggi in Sardegna e inseriscono questa suggestiva attrazione nei loro itinerari lo definiscono "the train in the wilderness" proprio a sottolineare il viaggio attraverso un paesaggio selvaggio e incontaminato, dove la ferrovia sembra inserita da sempre, così come le case cantoniere, le stazioni, i viadotti e tutte le opere d’arte d’ingegneria ferroviaria. E sempre agli inglesi, nei loro viaggi, piace gridare prima della partenza "Don’t fasten your seat belts" (non allacciatevi le cinture), enfatizzando un altro aspetto importante di questo treno, legato proprio alla giusta velocità che consente di apprezzare ogni aspetto del paesaggio isolano man mano che si procede, quasi in punta di piedi, in un ambiente non raggiungibile con altro mezzo. Per il turista il viaggio è il momento più divertente e stimolante della giornata di vacanza; ma è eccezionale anche per le scuole, per il valore educativo e per la possibilità di usare il treno come aula speciale su rotaie. E’ possibile viaggiare su questo tipo di treni semplicemente acquistando il biglietto nelle stazioni di partenza, nelle agenzie convenzionate o direttamente sul treno. I prezzi, i periodi e gli orari in cui il servizio è attivo sono riportati presso le stazioni ferroviarie oppure nei siti www.treninoverde.com e www.ferroviesardegna.it Chi invece vuole organizzare in totale libertà il proprio viaggio in termini di itinerario, orari, soste e composizione del convoglio, ha anche la possibilità di noleggiare la locomotiva. I più esigenti possono addirittura richiedere il convoglio d'epoca: locomotiva a vapore e carrozza in legno, per sentirsi nel XIX secolo. In casi eccezionali viene messa a disposizione anche la vecchia Fiat 509 (1929) che veniva usata per le ispezioni lungolinea. II prezzo è in funzione del viaggio richiesto: durata, itinerario e composizione. Attenzione!!! Le Ferrovie hanno attivato altre linee turistiche oltre alla '(Alghero- Sassari)- Nulvi -Palau', descritta di seguito, ovvero: 'Nuoro- Macomer- Bosa'; '(Cagliari)- Mandas- Arbatax'; '(Cagliari)- Isili-Sorgono'. Informazioni sul sito www.treninoverde.com o al numero verde 800 460220
 
  La linea Sassari - Nulvi - Palau
 
La partenza è dalla stazione delle Ferrovie dello Stato della città di Sassari, dove il treno FdS è posizionato sul binario con lo scartamento (si chiama così la distanza tra le rotaie) più piccolo rispetto agli altri. Si procede verso nord e si supera la periferia della città. Si arriva così ad una biforcazione: sulla sinistra, il binario per Sorso e, sulla destra, quello che porterà fino a Palau. Il treno sale leggermente, attraverso i fianchi delle colline e alcuni valloni, superati con alcuni bei viadotti. La prima fermata è quella di Filigheddu, seguita dalla vicina Achettas. La salita si fa più evidente, fino a raggiungere la bella e curata stazione di Osilo, il cui centro appare dominato più in alto dal castello dei Malaspina (XIII secolo). Ci si trova nell’Anglona: ampi pascoli a tratti coltivati, in un paesaggio collinare dall’aspetto variabile al cambiare delle stagioni. Il treno procede in salita e arriva al punto più alto di questa parte di linea, nella stazione di Fenosu; da qui inizia una lunghissima e dolce discesa fino al confine con la Gallura.
 
Il prossimo centro è il più importante della zona: Nulvi, sotto il piccolo altopiano calcareo di San Lorenzo. Il treno costeggia la zona nuragica di Irru, sotto le caratteristiche colline troncoconiche chiamate "mesas" e raggiunge la stazione di Martis, paese reso famoso dalla foresta pietrificata di Carucana, raggiungibile anche dalla ferrovia. Superato il Rio Altana, si raggiunge la stazione di Laerru e, a pochi chilometri, quella di Perfugas, poco distante e più in alto. Il paesaggio cambia ancora: una vallata piana e coltivata, che concede al viaggiatore un po’ di respiro prima di affrontare le incombenti montagne galluresi. Subito dopo la fermata di Coghinas, appare il viadotto sull’omonimo fiume, il più lungo del nord Sardegna, e confine naturale tra Anglona e Gallura. Il treno s’infila tra una vegetazione via via più fitta, prendendo quota con ampi tornanti. Dalla fermata di Scala Ruia il viaggio si svolge su uno dei tratti più belli dell’intera linea, attraverso un paesaggio contraddistinto dal granito e dalla quercia da sughero, simboli dell’interno della Gallura. Le asperità del territorio, che ora appaiono così suggestive, resero molti decenni fa difficile il lavoro dei costruttori della ferrovia. Si susseguono viadotti e gallerie, tra le quali quella di Bortigiadas, autentico capolavoro d’ingegneria, formata da una spirale di più di 500 metri nell’interno della montagna. Dopo le stazioni di Bortigiadas e di Aggius, centro dominato dal caratteristico profilo dei suoi monti, si arriva al punto più alto di tutta la linea, nella bella stazione di Tempio, realizzata nel 1931 in sostituzione della più antica di fine XIX secolo. Il treno procede in discesa attraverso grandi alberi di querce e stabilimenti di lavorazione del sughero e del granito. Sulla sinistra rimane la sagoma inconfondibile dei Monti di Aggius, mentre, sulla destra, è il Monte di Deu. A questo punto si raggiunge la stazioncina di Nuchis, frazione di Tempio e, dopo, quella di Luras, poco distante.
 
Fino al 1958 c’era un’altra linea che da qui, attraversando il Limbara, consentiva di arrivare fino a Monti, congiungendosi con la dorsale delle Ferrovie della Stato. Dopo la fermata di Calangianus si procede verso nord, alla ricerca del mare. Si superano le fermate di San Leonardo e di Riu Piatu e si costeggia il Lago del Liscia per poi arrivare alla bella stazioncina di Sant’Antonio. Il treno s’infila in una galleria ed il paesaggio cambia nuovamente, con una vegetazione meno fitta. In sequenza si superano le fermate di Oddastru, di Capichera, di Caldosa e quella di Arzachena.
 
Si avverte la presenza del mare, ma non si riesce ancora a scorgerlo: il paesaggio è più aperto e luminoso, ed ecco la fermata di Surrau, proprio sulla strada statale. Il treno s’infila in una valle sempre più stretta, finchè alla fine, davanti, ecco che compare il mare; l’attesa viene premiata dalla bellezza dello straordinario panorama sulla costa di Porto Raphael e sull’arcipelago maddalenino. Si raggiunge la prima stazione di Palau e, dopo circa un chilometro, la seconda nel capolinea di Palau Marina, proprio sul molo del porto di fronte all’imbarco sui traghetti per La Maddalena.
 
 

Sardegna:
In hotel  |  In residence  |  In villaggio turistico  |  In casa vacanze  |  In campeggio  |  In agriturismo  |  In bed and breakfast  |  Voli

Vacanze Sardegna
 

Powered by Thaos - ToBeABee
Mappa del sito  |  Contattaci  |  Cookies

© 2003-2012 Geasar S.p.A.
P.IVA IT 01222000901
All rights reserved