Aeroporto di Olbia Costa Smeralda  |  Karasardegna - Prodotti Tipici
 
  News: 
TUTTE LE NEWS DI CIAOSARDINIA - RIVIVI TUTTI GLI EVENTI IN SARDEGNA DAL 2005 A OGGI!        Doggie Beach       
 
Home
Hotel  Voli Auto Vacanze Escursioni Traghetti  Prodotti Tipici
Offerte speciali»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Cosa fare»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Eventi e tradizioni»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Mangiare e Divertirsi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Dove dormire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Come muoversi»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
L'Isola da scoprire»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Informazioni di viaggio»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Contatti utili»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Photogallery»
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Sardegna
 
Est - EastNord Est - North EastNord Ovest - North WestOvest - WestSud Est - South EastSud Ovest - South West
Area riservata Stampa
Pozzo Sacro di Sa Testa  
Pozzo Sacro di Sa Testa
Pittulongu

Olbia

SS [Sassari]

 
Richiesta disponibilità
clicca per vedere la foto
 

POSIZIONE: Olbia, Nord-Est Sardegna

PERIODO STORICO: 1400-1200 a.C.

La cosa più bella che possiamo sperimentale è il mistero; è la fonte di ogni vera arte e di ogni vera scienza. L’essere che non conosce questa emozione, che è incapace di fermarsi per lo stupore e restare avvolto dal timore reverenziale, è come un morto (Albert Einstein).
Quando si parla della Sardegna, dell’isola dei misteri, questa citazione è d’obbligo. E questo grazie al passato affascinante e oscuro dell’isola dei nuraghi. Oscuro come il buio dentro i suoi pozzi sacri, lievemente illuminati da un barlume di luce, che si insinua nelle fessure del mistero.
Quello stesso barlume che passa veloce nelle menti di tutti i visitatori che scoprono un pozzo nuragico. Quel barlume che ti fa pensare “Ho trovato”, “So a cosa servivano”…ma l’intuizione poi sparisce e capisci che ti trovi ancora nel buio del dubbio, dell’indecifrabile.
Come enigmisti intricati e perfidi, i nuragici hanno disseminato la loro isola con infiniti luoghi del dubbio, quasi un dispetto verso le genti che per millenni li hanno condannati all’oblio, alla scomparsa. Un dispetto che ci ricorda un popolo incredibile, che grazie a questi indecifrabili segnali di pietra, ha deciso di non essere dimenticato.
A poca distanza dall’aeroporto di Olbia, c’è uno di questi affascinanti luoghi: è il pozzo sacro di Sa Testa, esempio di alta ingegneria, legata ad inspiegabili simbolismi. C’è da dire che, in molte zone del Mediterraneo, si trovano costruzioni simili ai pozzi sacri. Quello che non succede è che ce ne sia un numero così alto e con caratteristiche così simili.
Come per i nuraghi, gli archeologi e gli studiosi del passato in generale, non sono riusciti a mettersi d’accordo sul perché i pozzi sacri fossero costruiti in una determinata maniera e sul come fossero utilizzati. Di ipotesi se ne sono fatte a migliaia e le certezze sono ancora veramente poche.
Questi templi a pozzo ricordano i nuraghi nella loro struttura architettonica, solo che la costruzione è sottoterra. Ma i pozzi avevano anche altre e più profonde simbologie. Sembra infatti chiaro che queste edificazioni volessero rappresentare l’organo sessuale femminile, come porta di ingresso e di uscita verso stati ultraterreni. Secondo questa interpretazione, sarebbero in parte chiariti i motivi che avrebbero spinto i nuragici a costruire i loro pozzi sacri in relazione alle fasi lunari.
Il pozzo nuragico di Sa Testa è composto da 4 parti: un cortile circolare, un atrio, una scala e una camera a tholos (falsa cupola). Dentro questa stanza c’è la sorgente e, alla sua sommità, c’è una piccola apertura che dà sull’esterno del pozzo.
Per le popolazioni del passato, così per i nuragici, nessuna scelta era dettata dal caso. E allora arriviamo a uno dei tanti misteri di questa bellissima costruzione: il numero 17. 17 sono infatti i gradini che portano alla stanza della sorgente e 17,17 è la lunghezza dell’intera struttura sacra. Il numero dei gradini dei pozzi nuragici non è sempre uguale. Ci sono templi che ne hanno 12, altri che ne hanno 13, altri 25…In Sardegna non esiste un censimento dei pozzi sacri e, solo per ora, se ne contano circa una trentina. Tornando al 17, questo era un numero molto importante per la cultura nuragica.
L’antica popolazione sarda (che per alcuni coinciderebbe con la gloriosa civiltà degli Shardana), legava la crescita delle giovani generazione a feste che potevano diventare dei veri e propri riti di iniziazione. Le età celebrate erano i 3, i 7, i 13 e i 17 anni.
I tre anni erano festeggiati perché era l’età che permetteva di vedere una più profonda differenza fra i maschi e le femmine, sotto il profilo comportamentale e caratteriale.
I sette anni venivano celebrati perché il bambino iniziava a prendere una vera coscienza di sé, a diventare autonomo e a fare le sue prime esperienze di vita.
I tredici anni erano uno dei momenti più importanti, perché i ragazzi diventavano uomini e perché le ragazze potevano diventare madri.
Ma era forse quella dei 17 anni la tappa più importante, perché dai 13 anni a quell’età i giovani erano affidati agli anziani. Al compimento di quel fatidico anno, per i giovani uomini e le giovani donne, iniziava la vita sociale indipendente. Quella della libertà e della responsabilità.
I 17 gradini servivano a celebrare questo ingresso in società? È solo una teoria, una delle tante…ma che importa, quel che rimane, è il fascino del mistero.

COME ARRIVARE

 
Servizi offertiVisualizza la legenda
 
BarParcheggioEscursioni
 
 

Sardegna:
In hotel  |  In residence  |  In villaggio turistico  |  In casa vacanze  |  In campeggio  |  In agriturismo  |  In bed and breakfast  |  Voli

Vacanze Sardegna
 

Powered by Thaos - ToBeABee
Mappa del sito  |  Contattaci  |  Cookies

© 2003-2012 Geasar S.p.A.
P.IVA IT 01222000901
All rights reserved